BACOLI/ Progetti per la pubblica utilità, sindacati contro il sindaco

Nella giornata di ieri il sindaco di Bacoli, Josi Della Ragione, ha comunicato che 250 precettori del reddito di cittadinanza saranno adoperati per svolgere attività comunali (clicca qui per leggere la notizia). Oggi è arrivata la dura risposta della “Federazione del Sociale – USB Napoli/Campania”, che si è scagliata contro la decisione del primo cittadino del comune flegreo: “E’ assurdo che in un momento come questo segnato da una pesante crisi economica e sanitaria, l’unica risposta alla disoccupazione sia l’impiego dei percettori di reddito di cittadinanza per colmare la carenza di personale nella Pubblica Amministrazione. E’ sconcertante che anche sindaci che si definiscono “di sinistra” come quello di Bacoli lancino proclami entusiasti per la messa a lavoro di 250 persone li dove ci sono evidenti carenze di personale pubblico qualificato. Ci chiediamo se il comune parli di 250 assunzioni o si sta festeggiando la legalizzazione del lavoro gratuito nella Pubblica Amministrazione? Chiediamo al sindaco e al governo se ritengono dignitoso far lavorare delle persone, senza contributi e senza tutele, in cambio di un assegno di rdc che in media sfiora le 500 euro mensili. Come Usb metteremo in campo nei prossimi mesi tutte le azioni sindacali e legali a tutela di questi lavoratori e queste lavoratrici che si apprestano a diventare cavie per un’operazione che riteniamo vergognosa. In questo momento storico c’è bisogno di un grande piano di assunzioni pubbliche e di massicci investimenti nel walfare, che in questi anni ha subito tagli ed esternalizzazioni, invece di lanciare campagne populiste che mascherano operazioni di macelleria sociale”.

Seguici sulla nostra pagina Facebook ufficiale IL MONTE

municipio-bacoli

Alessia Volpe

Appassionata di calcio e studentessa di  Scienze della Comunicazione presso l’Università Suor Orsola Benincasa.

Related Articles

Close