La Spesa…Sospesa: un’idea di solidarietà

In un momento in cui ci sono gravi difficoltà economiche a causa dell’emergenza Corona Virus, ecco che arriva la “Spesa Sospesa“, un’iniziativa nata da Monica Carannante, presidente dell’Associazione AR.TU’.

L’idea è quella di coinvolgere i cittadini, le attività commerciali e le amministrazioni in modo da aiutare le famiglie che sono in questo momento non potendo lavorare, date le disposizioni di legge, non riescono a supportare la propria famiglia con beni di prima necessità.

Così come la famosa usanza napoletana del “caffè sospeso”, nasce l’iniziativa della “spesa sospesa”, in cui nelle attività commerciali e nei supermercati potrà essere creato un punto di raccolta di beni, in cui ogni persona che si recherà a fare la spesa potrà lasciare uno o più prodotti negli apposti cesti di raccolta. Ci saranno poi dei volontari oppure membri della Protezione Civile,che si occuperanno personalmente della consegna a casa di questi beni. Altra idea potrebbe interessare gli stessi supermercati, e cioè attuando degli sconti su dei prodotti a lunga scadenza definiti “SOS”, così da acquistarli e donarli a queste famiglie presenti sul nostro territorio e già note alle amministrazioni comunali locali.

Lo scopo di questa iniziativa è quello di poter dare sostegno e vicinanza alle famiglie che in questo momento si trovano più a disagio e in difficoltà.

Buongiorno amici.Il momento è complicato.Molte famiglie sono in difficoltà.Non riescono a mettere più il piatto in tavola.Superiamo tutto e aiutiamole.Ecco la mia proposta"La Spesa…Sospesa".Aiutatemi a condividere se vi va.

Pubblicato da Monica Carannante su Venerdì 20 marzo 2020

Gaetano Scotto di Rinaldi

Giornalista iscritto all'Albo dei pubblicisti, collaboratore presso Il Mattino, Campi Flegrei Tv e ideatore de Il Monte.

Related Articles

Close