POZZUOLI/ Rischio incendi: c’è il divieto di bruciatura di vegetali

Pozzuoli, divieto di bruciatura di vegetali e altre misure di prevenzione di incendi boschivi sul territorio comunale: ordinanza del sindaco

Il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, ha firmato un’ordinanza con la quale dispone, dal 1° luglio al 30 settembre 2020, il divieto assoluto di bruciatura di vegetali, loro residui o altri materiali connessi all’esercizio delle attività agricole nei terreni, anche se incolti, negli orti, nei parchi e giardini pubblici e privati. Il provvedimento è valido sull’intero territorio comunale e mira a prevenire gli incendi boschivi, molto frequenti nella stagione estiva e spesso innescati dall’uso indiscriminato e scorretto del fuoco per la ripulitura e l’eliminazione da campi, fossati, terreni e argini della vegetazione spontanea.

Il divieto riguarda anche qualsiasi tipo di operazione compiuta nei campi, nei boschi e nei luoghi indicati, che possa creare pericolo di incendi, dall’uso di apparecchi a fiamma o elettrici che possano produrre scintille all’attività pirotecnica, dall’accumulo e stoccaggio all’aperto di fieno, paglia o altri materiali facilmente infiammabili all’azione di gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese. I proprietari di terreni dovranno, inoltre, garantire il buono stato di manutenzione della viabilità campestre o poderale di specifica pertinenza, al fine di consentire una agevole percorribilità ai mezzi di soccorso o di pronto intervento in caso di incendi. Non è l’unico Comune che ha adottato questa misura, lo scorso mese è toccato al Comune di Monte di Procida, con un’ordinanza che si è posta lo stesso obiettivo.

Seguici sulla nostra pagina facebook – IL MONTE

incendi

Gaetano Scotto di Rinaldi

Giornalista iscritto all'Albo dei pubblicisti, collaboratore presso Il Mattino, Campi Flegrei Tv e ideatore de Il Monte.

Related Articles

Lascia un commento

Close