CALCIO/ Puteolana 1902, intervista esclusiva al presidente Casapulla

CALCIO/ Puteolana 1902, intervista esclusiva al presidente Casapulla

La Puteolana 1902 aspetta con trepidazione i verdetti della Lega Nazionale Dilettanti per quanto riguarda l’ammissione in Serie D. A tal proposito la nostra redazione ha intervistato in esclusiva il presidente della squadra granata, Emanuele Casapulla. Ecco quanto emerso dalle sue parole, ricordando che la Puteolana 1902 è terza per media punti a livello nazionale, dietro solo a Rotonda e S. Agata (clicca qui per saperne di più):

La situazione attuale“Da mesi stiamo lavorando per arrivare pronti alla prossima stagione, a prescindere da quali saranno le decisioni della LND. Il restyling societario ha dato un segnale forte, manifestando alla piazza la volontà di continuare con il progetto granata, nonostante la situazione che si è venuta a creare e lo stop imposto dall’emergenza Covid-19. Questo periodo mi è servito per riflettere e capire qual era la strada da imboccare per il bene della Puteolana, giungendo alla conclusione che era mia responsabilità andare avanti per riconquistare la fiducia dei tifosi, solo ed esclusivamente con i fatti, atteggiamento che mi aspetto sempre da tutti i collaboratori della Puteolana 1902. Lasciare tutto sarebbe stato molto più facile, ma la responsabilità mi ha spinto ad andare avanti, soprattutto dopo aver constatato la poca affidabilità delle persone che mi hanno sottoposto le pseudo offerte. Solo a quel punto ho deciso di dare un nuovo volto alla società per evitare errori di gestione già commessi in passato, chiudendo con un passato che ha fatto male per primo al sottoscritto. Se sono ancora qui è solo per ritornare a lavorare con lo stesso entusiasmo e la stessa serenità di qualche mese fa. E se ci rimetto di nuovo la faccia è perché so che si può fare. Per raggiungere questo obiettivo mi sto impegnato in primo luogo a rispettare tutti gli impegni presi per ripartire con la giusta mentalità e assoluta tranquillità, anche nel rispetto di chi ha dovuto subire una situazione che è nata a prescindere dalla mia volontà e dettata solo ed esclusivamente da problemi lavorativi che hanno minato anche la mia tranquillità personale e lavorativa. Ripeto che tutto questo ha fatto male prima a me, che tanto ho investito in questo progetto in termini di tempo, sacrifici e soldi. I risultati ci danno ragione in quanto la nostra società ha riacquisto il lustro e l’eleganza di un tempo Ad oggi tutte le questioni che hanno suscitato problemi e difficoltà si stanno risolvendo. Fanno parte di un passato che bisogna dimenticare per costruire un grande futuro, solo per il bene della 1902, che è l’obiettivo che ci accomuna tutti, dirigenza e tifosi”.

Il futuro – “Per quanto riguarda il futuro della dirigenza, siamo in attesa delle decisioni della LND per riflettere e ridefinire l’organigramma societario nel caso in cui ci fosse la promozione in Serie D o la permanenza in Eccellenza. In qualsiasi caso sarà mia premura e dei miei soci cercare figure che possano essere all’altezza del compito che saranno chiamati a svolgere con serietà e professionalità. Dando naturalmente priorità e attenzione al calcio giocato e non alla visibilità che crea la Puteolana. Del futuro ne discuteremo lunedì 15 in una riunione nonostante i ripetuti contatti quotidiani. Il futuro me lo immagino con l’entusiasmo, la grinta e la determinazione dell’anno scorso ma con maggiore consapevolezza. Questo periodo tormentato mi ha portato anche a crescere e ad acquisire un’esperienza maggiore che, probabilmente, mi mancava e che è necessaria per continuare portare avanti un progetto duratore ed importante all’altezza di questa piazza. Il lavoro iniziato un anno e mezzo fa continua quotidianamente, soprattutto in questo periodo che siamo in attesa di conoscere quali saranno le sorti della 1902. Vogliamo farci trovare pronti per disputare un Campionato all’altezza delle aspettative, qualunque siano le disposizioni della LND. Il futuro è ciò che deve interessare ai tifosi perché è quello per cui stiamo lavorando e abbiamo bisogno di sentire il loro supporto e la loro fiducia per tornare ad essere sereni. Del passato, con il quale abbiamo quasi chiusi tutti i conti, è inutile continuare a parlare se si vuole dare alla Puteolana un ambiente tranquillo. Per ottenere tutto questo dobbiamo tornare ad essere uniti e, soprattutto, ignorare le chiacchiere e stare lontani dalle strumentalizzazioni, due mali che lo scorso hanno ci hanno danneggiato e non poco. E che quest’anno estirperemo nel caso dovessero ripresentarsi”.

Sulle promozioni – “È giusto che le squadre che hanno dimostrato sul campo di meritare categorie superiori abbiano raggiunto l’obiettivo ed avuto la soddisfazione per la quale stavano lavorando, come squadra e come società. Tieniamo a ribadire che siamo terzi a livello nazionale per media punti e dovremmo essere ammessi direttamente in Serie D e non attraverso il ripescaggio. Nel caso in cui fossimo costretti a percorrere quest’ultima strada, ci faremo trovare pronti, come sempre. Infine, viste le notizie degli ultime ore ci teniamo a fare i complimenti all’Afragolese per la promozione in serie D, la squadra con la quale fino all’ultimo ci siamo giocati il primato del girone e contro la quale abbiamo disputato alcune delle partite più sentite ed emozionanti probabilmente di tutti i campionati di Eccellenza”.

Seguici sulla nostra pagina facebook – CLICCA QUI

campi flegrei t 1
IMG 20200611 WA0069
Foto di: Gino Conte

Gaetano Scotto di Rinaldi

Giornalista iscritto all'Albo dei pubblicisti, collaboratore presso Il Mattino, Campi Flegrei Tv e ideatore de Il Monte.

Related Articles

Close